Souchong liquor: a chi non piace il cioccolato?!

Identikit

Tipologia: tè nero.
Raccolto: Aprile 2019.
Provenienza: Fujian-China-1500m.
Cultivar: Xingcun Xiao Zhong.
Infusione: orientale con gaiwan; 50ml; 90°C; 2,5g;15-20-25-30-35-40-45-50; 8 infusioni.
Aromi principali: cioccolato-frutta-spezie.
Sapore: dolce e leggermente minerale.

Xingcun Xiao Zhong

La cultivar Xingcun Xiao Zhong è tipica dell’area circostante il villaggio di Tongmuguan, situato a sud-est della Cina.

La conformazione particolarmente rocciosa e scoscesa del territorio non permette la crescita di esemplari di Camellia Sinensis di dimensioni particolarmente grandi così, nel corso degli anni, si è preferito selezionare un esemplare dal portamento contenuto, in grado di produrre ugualmente un grande quantitativo di foglie che si distinguono per le loro dimensioni minute ma non per questo, come avremo modo di saggiare, dai sentori meno accentuati.

Beviamoci su!

Già da subito, avvicinandoci alle foglie singole, arrotolate e sottilmente contorte, d’un grigio scuro, simile all’ardesia od al manto delle foche, inaliamo sentori decisi, quasi prepotenti, di cacao amaro con un tocco alcolico, di rhum. Non appena adageremo le foglie stesse sul fondo tiepido della gaiwan, poi, si sprigionerà un potente aroma di cioccolato fuso e salsa di fragole com’appena preparata, ancora calda!

Le aspettative di un vero e proprio dessert non vengono deluse dal liquore, a partire dalle sue tinte caramellate, tra l’arancio fiamma ed il cadmio intenso. All’odorato, la bevanda ricalca quasi perfettamente l’odorato del prodotto a secco ma è nel gusto che, presto, si esprime in tutta la sua complessità e personalità.

Nelle prime tazze, dopo un attacco repentino di cacao, sovviene un sapore pieno di miele, cannella e frutta candita, il quale andrà facendosi preponderante, soppiantando l’amarezza iniziale, nelle infusioni centrali.
A partire dalla quinta infusione, i sentori si faranno decisamente più zuccherini e fruttati: si aggiungeranno infatti ad una generale sensazione di melassa il ricordo di fragole, frutti rossi e cioccolato al latte.
Quasi a volere mantenere una costante nell’arco di un’evoluzione organolettica piuttosto evidente, una persistenza media, sempre presente, leggermente asciutta così come lievemente balsamica, che riprende il gusto del cacao amaro.
Altri elementi caratteristici del liquore sono un’astringenza nulla ed un corpo medio ma decisamente “appiccicoso”, quasi volesse comportarsi come il miele che tanto ricorda.

Nella gaiwan le foglie, uscite dal loro bagno caldo, mantengono le loro cromature iniziali, presentandosi perlopiù intere, con la presenza di numerosi steli, con un profumo di fragole e frutti rossi seguitato, nuovamente, dal ricordo del cacao, con un accenno al legno arso.
La personalità decisa di questo tè si scolpisce sul fondo della tazza, ormai vuota, ch’esala vapori confettati di zucchero filato, torta di mele e crumble chiaro.

Omar

1 commento su “Souchong liquor: a chi non piace il cioccolato?!”

  1. Pingback: La fabbrica di cioccolato: il lato dolceamaro delle fiabe – Vagamentè

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email